Assagenti News

GIP, Gruppo Investimenti Portuali, opera dal 1993 nel settore della Logistica Marittima.

14/06/2019

GIP, Gruppo Investimenti Portuali, opera dal 1993 nel settore della Logistica Marittima.

GIP, Gruppo Investimenti Portuali, opera dal 1993 nel settore della Logistica Marittima. Oggi è attivo tramite due Terminal Contenitori direttamente controllati, SECH Genova e TDT Livorno, e partecipazioni di minoranza in altre due strutture italiane.
I terminal, in un flash:
SECH, Terminal Contenitori Porto di Genova S.p.A., Genova.
Situato nel bacino portuale di Sampierdarena, il terminal gode di un’eccellente centralità logistica, e può operare navi fino a 14.000 teus con fino a 5 gru di banchina dedicate in simultanea.
TDT, Terminal Darsena Toscana  S.r.l.s.u. , Livorno.
Il principale terminal del Porto di Livorno è leader a livello italiano nel traffico refrigerato, ed è il primo in Italia ad avere in dotazione un collegamento diretto alla rete ferroviaria
Nel 2017 la vocazione imprenditoriale del Gruppo si è rafforzata con l’ingresso di due investitori specializzati nelle opere Infrastrutturali – Infracapital (UK) ed Infravia (F) – che hanno iniziato processi di revisione organizzativa e procedurale miranti ad una maggiore integrazione tra le due società e quindi un miglior servizio al cliente.
GIP è quindi un Gruppo necessariamente immerso nel commercio e trade internazionali, ma anche molto radicato nelle realtà locali di Genova e Livorno: vivere queste realtà nel dettaglio è stato sempre considerato come una priorità aziendale.
Alcuni valori chiave vengono difesi come e più di quelli economici: la sicurezza di chi opera nei nostri terminal; la qualità del prodotto offerto; la sostenibilità esterna delle nostre Operazioni; l’etica applicata ai rapporti personali e di lavoro.
Questi valori danno continuità al Gruppo, in un momento storico in cui i nostri clienti fronteggiano cambiamenti strutturali significativi a livello di settore e singola impresa.
Essere presenti come Gold Sponsor allo Shipbrokers and Shipagents’ Dinner confema il nostro coinvolgimento nell’evoluzione del settore di riferimento: le nuove tecnologie e modalità operative hanno bisogno di tutte le componenti del cluster marittimo per poter essere sviluppate con efficacia ed efficienza.